L'antro di MetaMorph

10 domande al ministro Maroni

Come ben sapete, il referendum sulla legge elettorale dello scorso weekend è miseramente fallito: alle urne si è recato meno di un quarto degli aventi diritto al voto, la metà del "quorum" richiesto perché il referendum fosse valido.

Lo stesso ministro dell'Interno, Roberto Maroni, ha annunciato di voler modificare le leggi che istituiscono i referendum, per evitare che questi diventino inutili. Sulla scia delle "10 domande di Repubblica", provo a dare qualche spunto per le modifiche da effettuare.

Appurato che qualsiasi legge dovrebbe nascere su presupposti validi, ci spieghi per quale valido motivo...

1. gli Italiani, diversamente da altri paesi europei, non hanno potuto scegliere se adottare l'Euro come propria moneta nel 1999 (art. 75 Cost.)?

2. non si possano depositare richieste di referendum nell'ultimo anno e nei primi 6 mesi di ciascuna legislatura (L. 352/1970, art. 31)?

3. non si possano depositare richieste di referendum nell'autunno di ogni anno, dal 1° ottobre al 31 dicembre (L. 352/1970, art. 32)?

4. gli elettori possano votare per un referendum soltanto in una domenica tra il 15 aprile e il 15 giugno (L. 352/1970, art. 34)?

5. per informare la popolazione e raccogliere le firme necessarie ci siano solamente tre mesi di tempo a disposizione (L. 352/1970, art. 28)?

6. un referendum possa essere rinviato di oltre un anno se una delle due camere viene sciolta (L. 352/1970, art. 34)?

7. non si possa riproporre un nuovo quesito sulla stessa legge per cinque anni in caso di fallimento del referendum (L. 352/1970, art. 38), mentre invece non viene indetto automaticamente un referendum qualora il Parlamento decidesse di ripristinare una legge abrogata, o modificarne nuovamente una parzialmente abrogata?

8. sia di fatto impossibile astenersi dal voto, visto che la sola presenza di un quorum perché il referendum sia valido (art. 75 Cost.) rende equivalente l'astensione all'effettivo diniego delle modifiche proposte?

Infine, le ultime due domande:

9. Come mai vuole proporre una modifica della legge sul referendum, se proprio il suo partito - insieme ad altri - si è impegnato non poco per favorire l'astensionismo (fasullo), con tanto di indicazione di non ritirare le schede per il referendum?

10. Come mai alcuni referendum che hanno avuto esito positivo sono stati poi puntualmente disattesi da nuove leggi o revisioni delle stesse leggi sottoposte a referendum, a titolo di esempio:

  • il bando dell'energia nucleare (referendum del 1987) 
  • l'abolizione del Ministero dell'Agricoltura (referendum nel 1993, reintrodotto subito dopo come "Ministero delle politiche agricole e forestali")
  • l'abolizione del Ministero del Turismo e dello Spettacolo (referendum nel 1993, reintrodotto proprio di recente... solo per fornire una poltrona alle autoreggenti di Montecitorio?)
  • il finanziamento pubblico ai partiti (abolito nel 1993 e reintrodotto subito dopo come "rimborsi elettorali", un referendum su questi nel 2000 non raggiunse il quorum... e c'è da stupirsi?)
  • le stesse leggi elettorali di quest'ultima tornata di referendum, riformate dal popolo nel 1991 e nel 1993 verso criteri maggioritari, e riportate a criteri proporzionali nel 2005 dal suo compare Roberto Calderoli?

Le sarò grato, gentile Ministro, se saprà dare risposta esauriente a tutte queste domande, possibilmente senza troppi giri di parole in burocratese.

Statemi bene...

Ultima modifica il Sabato, 05 Maggio 2012 14:17

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

 

Gestione cookie

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

 

Ti piace The Asocial Network?

Allora votaci nella Top 100 di AlterVista: i buoni risultati ci spingeranno a migliorare ulteriormente!

Chi è online

Abbiamo 97 visitatori e nessun utente online