Convinti che la musica sia sempre meglio originale? Ricredetevi... Ennio Morricone sosteneva che si sarebbero esaurite le possibili combinazioni musicali realizzabili con le sole sette note: è vero! E cercheremo di dimostrarvelo in Seconda Stesura...

Wham! "Last Christmas" vs. Whigfield "Last Christmas"

Bello come sia proprio la trentesima sfida di Seconda Stesura quella a più alto tasso natalizio... giusto in tempo per la grande festa di martedì (a proposito, auguri!).

A sfidarsi questa settimana due versioni di quello che è diventato un "grande classico" dicembrino: la Prima Stesura è datata 1984 ed è "Last Christmas" degli Wham!. Si trattava di un duo inglese costituito da George Michael (di cui le classiche cinque righe non bastano a descrivere vita, non-morte e pochi miracoli) e Andrew Ridgeley, il cui ruolo di "tecnico dietro le quinte" non fu mai chiarito completamente. Dopo lo scioglimento del duo, avvenuto nel 1986, Andrew tentò anche una carriera solista, che si concluse però appena iniziata. Grazie alle royalties - che pure continuano ad arrivare a tutt'oggi - degli Wham! pare che ora si sia ritirato a svernare in Cornovaglia assieme alla moglie, occupandosi di una fabbrica di articoli per surfisti e rigorosamente alla larga dagli occhi del pubblico. Un piccolo flash sul brano ci sta: inizialmente avrebbe dovuto intitolarsi "Last Easter" e uscire come singolo pasquale nel 1985. Dite che in questo modo avrebbe avuto lo stesso successo? Video:

La Seconda Stesura del brano altro non è che la prima cover ufficiale (in precedenza ci furono solo due ristampe del singolo originale) realizzata nel 1995 da Whigfield, mantenendo lo stesso titolo "Last Christmas". Whigfield divenne la prima cantante non inglese o americana (danese, per la precisione) a sfondare al numero 1 della classifica inglese con il tormentone "Saturday Night" (Di Dira Dada?), anche se in seguito fu accusata di fare solo da "figurante" e non cantare di suo (come, peraltro, realmente successo con una certa Corona). Dopo il grande successo dei primi anni, Whigfield continuò a lavorare in altre produzioni - con diversi pseudonimi - come autrice, produttrice o ancora prestando la propria voce come corista. Ad oggi è ancora in attività ed è fresca del lancio di un nuovo disco, anche se sugli scaffali dovrete probabilmente cercarla con il suo vero nome: Sannie Carlson... ma adesso un po' di sano tunz-tunz anni '90 con il video:

Avete deciso quale versione mettere sotto l'albero? Prima o Seconda Stesura?

Prima Stesura: Wham! "Last Christmas" (1984) - 0%
Seconda Stesura: Whigfield "Last Christmas" (1995) - 0%

Ultima modifica il Domenica, 23 Dicembre 2012 11:48

Piero Umiliani "Mah-Na Mah-Na" vs. Cee-Lo Green "All I Need Is Love"

Stella stellina, Natale si avvicina... e la Seconda Stesura incombe anche alla terza domenica di Avvento.

A ben guardare però i temi della Prima Stesura non sono proprio esattamente così... sacri, diciamo. Partiamo dalla "carta d'identità" del brano: il celeberrimo "Mah-Na Mah-Na" scritto nel 1968 da Piero Umiliani e suonato dai Marc 4, musicisti dell'Orchestra della RAI le cui iniziali dei rispettivi nomi formarono quello del gruppo. Il brano, solo all'apparenza scritto in circostanze innocenti, doveva originariamente intitolarsi "Viva la sauna svedese", e faceva parte della colonna sonora del "mondo movie" (una sorta di finto documentario) "Svezia: inferno e paradiso". Temi del documentario? Le abitudini sessuali in Svezia, compresi pornografia, club lesbici, scambi di coppia ed educazione sessuale negli adolescenti. Praticamente qualcosa che negli anni '60 in Italia poteva a fatica essere trasmesso... Il segmento di circa 1 minuto entrò comunque a far parte del "documentario", ecco la scena:

La Seconda Stesura arriva proprio fresca fresca: si tratta del singolo natalizio di Cee-Lo Green con i Muppets, dal titolo "All I Need Is Love". Più che al documentario di cui sopra, la popolarità di Mah-Na Mah-Na fu principalmente dovuta ad una storica puntata della serie dei pupazzi animati, che la riproposero in un loro sketch. E mentre Cee-Lo, dismesse per qualche minuto le iraconde vesti dello "sfigato" di Fuck You!, se la canta (ma se la fa suonare da Perez Prado e Lou Bega...), i pupazzi animano anche questa nuova versione, insieme all'attore Craig Robinson (in Italia noto perlopiù per ruoli minori) nei panni di Babbo Natale. Ecco il video, praticamente un film di 5 minuti:

Lo so che state ancora canticchiando il motivetto, ma è il momento della vostra scelta: Prima o Seconda Stesura?

Prima Stesura: Piero Umiliani & Marc 4 "Mah-Na Mah-Na" (1968) - 0%
Seconda Stesura: Cee-Lo Green feat. The Muppets "All I Need Is Love" (2012) - 0%

Ultima modifica il Domenica, 16 Dicembre 2012 19:20

Stevie Wonder "I Wish" vs. Will Smith "Wild Wild West"

Anche a Seconda Stesura si sta per avvicinare lo spirito natalizio... per questo in questo mese cercheremo di avviarvi a quelle sfide che, in qualche modo, potrebbero sembrare le più adatte al periodo.

Quella che è la Prima Stesura è un brano che è divenuto nuovamente popolare negli anni (recenti) del film "Happy feet", ma in realtà si tratta di un brano risalente al 1974 ad opera di Stevie Wonder, con il titolo "I Wish". La cecità che accompagna Steveland (questo il suo vero nome) sin quasi dalla nascita non gli ha affatto impedito di scrivere una delle pagine della storia musicale moderna, con una carriera iniziata a soli 11 anni (il piano lo suonava già a 4) e ancora in corso di attività. Negli anni '70, acquisendo in toto le royalty derivanti dallo sfruttamento dei propri brani, poté permettersi la sperimentazione più estrema in fatto di composizioni musicali: fu tra i primi ad eseguire quelle che ora sono note come "registrazioni multitraccia", inserendo anche tra le varie tracce diverse esecuzioni della propria voce. Eccolo, invece, in versione live:

Saltando (avanti o indietro, fate voi) al 1999, troviamo la Seconda Stesura: la versione di Will Smith con il titolo "Wild Wild West". Si tratta del brano portante della colonna sonora del film omonimo in cui lo stesso Will Smith recitava, e per il quale, nonostante il grande successo in termini di vendite, si aggiudicò il "Razzie Awards" per la peggior canzone originale. Il video, come da migliore tradizione degli artisti hip hop, è il trionfo degli "amici degli amici": si parte dai "featuring" Dru Hill (che cantano il ritornello del singolo), proseguendo con i personaggi del film (tra cui Kevin Kline e Salma Hayek), c'è pure Enrique Iglesias (che con Bailamos fornisce un altro pezzo di colonna sonora), e persino lo stesso Stevie Wonder, nel ruolo - guarda un po' - del pianista. Dal video - pur diretto da un regista diverso - potete capire ampiamente quanto quel Razzie, insieme ad altri quattro, fosse più che meritato...

No... ora non dovete fare cose troppo complicate come ballare il tip tap ma solo scegliere: Prima o Seconda Stesura?

Prima Stesura: Stevie Wonder "I Wish" (1974) - 0%
Seconda Stesura: Will Smith feat. Dru Hill & Kool Moe Dee "Wild Wild West" (1999) - 0%

Ultima modifica il Domenica, 09 Dicembre 2012 20:03

Pooh "Dammi solo un minuto" vs. Gemelli DiVersi "Un attimo ancora"

Benvenuti alla prima puntata di Seconda Stesura completamente improvvisata... improvvisazione dovuta al fatto che il disco USB su cui sono presenti le tracce per la pubblicazione è, al momento della scrittura, del tutto inaccessibile. Ma questo non basta a fermare la nostra macchina...

Questa domenica la sfida è tutta italiana, con il ruolo della Prima Stesura affidato ai Pooh e al loro brano "Dammi solo un minuto". Il singolo uscì nel 1977 in un periodo piuttosto difficile per la band: non tanto per l'ennesimo cambio di formazione (quella che sarà la più longeva, Battaglia-Canzian-D'Orazio-Facchinetti), ormai già rodata da qualche anno, quanto piuttosto per aver cambiato casa discografica per la terza volta e alla "concorrenza" che, in quel periodo, era davvero spietata (risale proprio a quel periodo la nascita di altri gruppi "storici" come i Matia Bazar e Il Giardino dei Semplici). Oltre alle difficoltà, pure la realizzazione del brano (e dell'album che lo conteneva) fu parecchio travagliata: i Pooh furono costretti a reinciderlo due volte, dopo che al primo "tentativo" (chiamiamolo così) i mixaggi del disco risultarono completamente sbagliati. Come si dice, tanta fatica e duro lavoro, ma alla fine ne è valsa la pena: "Dammi solo un minuto" divenne col tempo uno dei loro brani più rappresentativi. Ecco una loro esibizione:

Saltiamo al 1998, anno in cui fu rilasciata la Seconda Stesura da parte dei Gemelli DiVersi e il loro singolo d'esordio "Un attimo ancora". Agli inizi quello dei GdV poteva considerarsi un "supergruppo", nato dall'unione di alcuni duo già presenti: La Cricca (dove suonavano il rapper Thema e il DJ THG) e i Rima nel Cuore (dove invece militavano Grido e Strano). Beh, come esperimento ha funzionato davvero bene se dopo 14 anni il gruppo è nella stessa formazione degli esordi... Qualche parola però la merita anche la voce femminile del brano, Jenny B: l'avete riconosciuta in altre produzioni anni '90? È proprio lei a cantare i brani più rappresentativi della Eurodance di quegli anni, come Rhythm of the Night, The Summer is Magic e alcuni altri. Non l'avete mai vista? Per forza, a quei brani vi prestò solo la voce... così come non compare nemmeno nel video ufficiale dei GdV. Quello che si dice una perfetta "ghost singer"... video:

Prima Stesura: Pooh "Dammi solo un minuto" (1977) - 0%
Seconda Stesura: Gemelli DiVersi "Un attimo ancora" (1998) - 0%

Ultima modifica il Domenica, 02 Dicembre 2012 18:14

Queen "We Will Rock You" vs. KCPK "We Will Rock You"

Questa settimana a Seconda Stesura si rende il doveroso omaggio ad uno dei gruppi di cui dire che hanno segnato la storia della musica rock è decisamente riduttivo.

Stiamo parlando dei Queen, di cui proprio questa settimana si ricorda la scomparsa del frontman e fondatore Freddie Mercury, avvenuta il 24 novembre di 21 anni fa. Il brano che vi proponiamo è la storica "We Will Rock You", datata 1977, probabilmente quello che più di tutti ha reso riconoscibile la band al grande pubblico (alle volte, purtroppo, solo per questo brano...): è praticamente impossibile non partire con lo "stomp-stomp-clap" che segna il ritmo della canzone, come è altrettanto piuttosto facile infilarlo un po' ovunque per incitare e battere il tempo (in un caso su tutti, negli inni da stadio). Ne fu realizzato anche un breve video: appena 2 minuti di pura energia (che dalle immagini, a dire il vero, non traspare poi così tanto), eccolo:

Per la Seconda Stesura, questa volta c'era davvero l'imbarazzo della scelta: potevamo scegliere una delle due versioni realizzate in parte dagli stessi Queen (entrambe dopo la scomparsa di Freddie) rispettivamente con Axl Rose e con i Five, o persino una delle due versioni demenziali italiane (a cura di Elio e le Storie Tese e dei Gem Boy). Per non parlare di tutti i brani che, come spiegato, si limitano ad utilizzare la base portante di piedi e mani come struttura principale. Ne abbiamo invece scelta una misconosciuta in Italia, il cui video è passato in modo marginale solo attraverso qualche TV locale che ritrasmetteva il segnale di TV estere: il remix datato 2003 di KCPK, inizialmente realizzato appositamente per la pubblicità di una nota acqua minerale, salvo poi essere rilasciata come singolo visto il successo. E c'è tanto di video (mutuato direttamente dalla stessa pubblicità...):

Ancora lì a battere mani e piedi? Fermatevi un attimo, è richiesta la vostra scelta: Prima o Seconda Stesura?

Prima Stesura: Queen "We Will Rock You" (1977) - 0%
Seconda Stesura: KCPK "We Will Rock You (remix)" (2003) - 0%

Ultima modifica il Domenica, 25 Novembre 2012 16:48
 

Gestione cookie

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

 

Ti piace The Asocial Network?

Allora votaci nella Top 100 di AlterVista: i buoni risultati ci spingeranno a migliorare ulteriormente!

Chi è online

Abbiamo 156 visitatori e nessun utente online