Gruppo 10 - Azerbaigian, Grecia, Russia e Ucraina

Ci siamo, con l'ultimo gruppo si chiude la prima fase di The Road To Eurovision. Il decimo è proprio quello che si definisce il "girone di ferro": comprende infatti quelle nazioni che hanno nella storia recente ottenuto i migliori risultati in assoluto, con cinque finali in cinque anni (e non per diritto come i "Big 6"!). Iniziano le danze...

Azerbaigian
Farid Mammadov "Hold Me"

Si è discusso molto sugli straordinari risultati dell'Azerbaigian degli ultimi 5 anni, per alcuni maligni addirittura dovuti a qualche tipo di broglio nelle votazioni: fatto sta che in questo periodo si è sempre classificato in Top 10 e, escludendo il 2008, pure nei primi 5 (con la vittoria nel 2011). È quindi altissima la responsabilità che Farid Mammadov si porta a Malmö, dove presenterà il brano "Hold Me": Farid ha vinto le selezioni nazionali con questa canzone (ne aveva però presentata un'altra scritta da lui), e sarà il primo solista maschile a rappresentare lo stato caucasico. Piuttosto eclettico come personaggio: oltre alla musica, alla quale si interessa dall'età di 8 anni (pure come "frontboy" del gruppo in cui si esibiva), studia attualmente presso l'università azera di arti e cultura. Ah, pratica regolarmente anche lotta greco-romana e capoeira...

Giudizio sul brano: in radio potrebbe fare pure la sua buona figura. Forse non vincerà, ma neanche quest'anno la Top 10 all'Azerbaigian non gliela leva nessuno... voto: 7

Grecia
Koza Mostra feat. Agathonas Iakovidis "Alcohol Is Free"

Anche la Grecia si è mantenuta sempre più o meno stabile sulla top 10 d'Europa, salvo però lo scivolone avvenuto l'anno scorso (Eleftheria Eleftheriou non arrivò oltre la diciassettesima posizione). Quest'anno come non mai la partecipazione è stata davvero a rischio: la pesante crisi economica sta investendo anche la TV e, per poter organizzare le selezioni nazionali - da cui infine sono usciti i nomi dei Koza Mostra e di Agathonas Iakovidis - la ERT ha dovuto chiedere rinforzi a un canale musicale privato, vista l'indisponibilità di tutte le case discografiche. I Koza Mostra sono frutto della "ricerca di stabilità" del frontman Elias Kozas, che prima della fondazione della band - pur militando in un gruppo balcanico molto affermato - si barcamenava tra numerose collaborazioni. A loro si affianca la generazione precedente rappresentata da "Agathonas", tra i principali interpreti (e cultori) del genere tradizionale Rebetiko. In Svezia presenteranno il brano "Alcohol Is Free".

Giudizio sul brano: lo si sentirà difficilmente dalle nostre parti per la predominanza del greco nei testi, ma il brano è comunque esplosivamente trascinante. Anche questo tornerà in Top 10... voto: 8

Russia
Dina Garipova "What If"

Dei risultati recenti della Russia si ricordano la vittoria di Dima Bilan nel 2008, ma soprattutto l'incredibile secondo posto delle "nonne di Buranovo" (Buranovskiye Babushki) dell'anno scorso. Abbandonato il "formato pubblico" per le selezioni nazionali, da decisioni interne è stata designata Dina Garipova per il palco dell'Eurovision Song Contest. Subito dopo la presentazione del brano "What If", è partita letteralmente la "caccia al plagio", con ben quattro segnalazioni più o meno documentate relative a canzoni simili (o di presunta somiglianza). Di Dina, nata nel 1991, diciamo che ha seguito "a modo suo" le orme dei genitori fisici, dedicandosi alla musica sin dall'età di 6 anni studiando canto, e in seguito diplomandosi, al teatro Zolotoy Mikrofon ("Microfono d'oro"). Nel 2012 arriva il successo TV con la versione locale di The Voice - tanto per cambiare - dove è proclamata vincitrice. Sta studiando giornalismo presso l'Università di Kazan, la stessa dove studiò (e fu espulso) un certo... Vladimir Lenin.

Giudizio sul brano: in effetti, di sonorità non proprio inedite ce ne sono, anche se sfugge un po' quali siano... anche questa, comunque, in radio farebbe decisamente buona figura. Voto: 7.5

Ucraina
Zlata Ognevich "Gravity"

L'Ucraina negli ultimi anni ha collezionato: un secondo (2008) e un quarto (2011) posto, oltre ad altri tre piazzamenti sulla metà classifica finale. A difendere questi risultati ci sarà Zlata Ognevich (alias Inna Leonidovna Bordyug), che al terzo tentativo di partecipazione alle selezioni nazionali l'ha spuntata con il singolo "Gravity". La genesi del brano è, per certi versi, rivoluzionaria: tra la versione presentata al festival nazionale e quella dell'Eurovision Song Contest ci saranno delle variazioni sulle quali sono stati consultati (via VKontakte, social network popolare nell'Est Europa) i fan. E questi hanno espresso le loro opinioni su tutto: potenza del brano, tempo, presenza delle seconde voci e quant'altro. Due parole anche su Zlata: nata nell'estremo nord della Russia (quando era ancora Unione Sovietica) nel 1986, si trasferì nel profondo sud (oggi in Ucraina) insieme a suo padre, chirurgo nell'esercito sovietico. E di lui ne ha seguito le orme, in un certo senso: fa parte del gruppo di musica e danza delle forze armate ucraine...

Giudizio sul brano: la voce è pazzesca, ma la canzone sembra estrapolata direttamente da un film Disney... e quasi "fuori contesto" in una gara con altre canzoni europee. Voto: 6.5

Scegli chi passa il turno!

Un ultimo sforzo per completare la prima fase... votate per questo girone (e per gli altri, se ancora non lo avete fatto), avete tempo fino a sabato 11 maggio!

Farid Mammadov "Hold Me" (Azerbaigian) - 0%
Koza Mostra feat. Agathon Iakovidis "Alcohol Is Free" (Grecia) - 0%
Dina Garipova "What If" (Russia) - 0%
Zlata Ognevich "Gravity" (Ucraina) - 0%

Vota anche per gli altri gironi:

Ultima modifica il Venerdì, 17 Gennaio 2014 16:22

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

 

Gestione cookie

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

 

Ti piace The Asocial Network?

Allora votaci nella Top 100 di AlterVista: i buoni risultati ci spingeranno a migliorare ulteriormente!

Chi è online

Abbiamo 20 visitatori e nessun utente online