Inizia anche quest'anno la lunga strada verso l'Eurovision Song Contest... giocate con noi per stabilire la canzone migliore tra quelle in gara!

Com'è finito #RoadToESC 2015?

header-finale-IMG 4245 EV

Il Volo durante le prove dell'Eurovision Song Contest 2015 (foto: eurovision.tv)

E anche quest'anno, Road to ESC è felicemente arrivato alla sua conclusione: a vincere questa terza edizione, non sappiamo per uno spirito puramente patriottico (dato che i Dementialers ci risultano essere principalmente italiani) o per una effettiva affinità di gusti con le giurie dell'Eurovision Song Contest (in fondo i nostri vincitori, tra gli artisti rimasti in gara, a Vienna hanno ottenuto la posizione più alta), è stato il trio dei "tre tenorini" o, come si fanno chiamare da un bel po', Il Volo, che hanno raccolto il 67% delle preferenze sul nostro sito e che conquistano così i douze points della community. La curiosità da mondo parallelo? È che con questi 12 punti, se assegnati nel Contest ufficiale, si sarebbe superata la Russia... questo è il video della loro esibizione live:

Una menzione speciale la merita tuttavia anche la tedesca Ann Sophie, discretamente apprezzata dalla community (ha raccolto il restante 33% dei consensi), ma decisamente bistrattata dalle giurie europee che, in compagnia degli austriaci The Makemakes, hanno risvegliato quella catastrofe che al Contest era rimasta sopita per molti anni e che, con l'avvento delle semifinali, si pensava definitivamente sconfitta: la terribile figuraccia dei nul points, per giunta in doppia misura (una cosa simile non capitava dal 1997, e all'epoca non c'erano le semifinali). Ci piacerebbe credere che siano questi i dix points che, nel tabellone ufficiale, per risolvere il pari (de)merito hanno assegnato alla Germania la penultima posizione, lasciando l'ultima all'Austria... questo il video di Ann Sophie:

Questo post vuole essere un ringraziamento particolare (probabilmente non richiesto) a tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita del nostro gioco, con i loro voti (purtroppo non conosciamo i vostri nomi, ma... grazie, davvero) e mediante la diffusione dei nostri inviti su Twitter (ci sarebbe pure Google+, ma lì è davvero un mortorio...): i due riconoscimenti di rilievo in questo caso arrivano entrambi in Sardegna, a Damiana Atzeni che ci ha retwittato il "battesimo", ma soprattutto al buon Marco "Lallero" Salaris che ha pazientemente sopportato i nostri spam spot marchette inviti a raccontare cosa facciamo andati in onda anche durante la sua trasmissione sulla (web) Radio VNP Hits.

L'appuntamento con Road to ESC è sicuramente confermato anche per la prossima primavera... quando e come si inizierà, ve lo sveleremo a tempo debito. Ancora grazie a tutti voi!

Ultima modifica il Lunedì, 21 Marzo 2016 22:25

Affilate i vostri mouse: chi deve vincere #RoadToESC 2015?

mosaix-phase2

È arrivato il momento decisivo, quello dello stop alle votazioni per la prima fase di Road to ESC 2015.

A pochi minuti dalla mezzanotte avevamo già fatto i nostri conti (per problemi di connessione sono pubblicati solo stasera... anche alle macchine più rodate capita ogni tanto di incepparsi), e con i vostri voti sono stati ufficialmente designati i 12 finalisti della terza edizione di Road to ESC. Eccoli elencati, in rigoroso ordine alfabetico, con il link alla nostra recensione:

Ultima modifica il Domenica, 17 Maggio 2015 21:45

L'Azerbaigian chiude il suo cerchio. E pure quello di #RoadToESC...

This hole in the bridge prevents you from entering Azerbaijan

"This hole in the bridge prevents you from entering Azerbaijan" by joepyrek - Flickr: This hole in the bridge prevents you from entering Azerbaijan. Licensed under CC BY-SA 2.0 via Wikimedia Commons.

Il Ponte Rosso sul fiume Khrami, che segna il confine tra Georgia e Azerbaigian. Costruito nel XVII secolo, è stata la via principale di passaggio tra i due stati fino al 1998, quando venne aperto un nuovo ponte più grande nelle vicinanze. La zona poi cedette definitivamente all'abbandono dopo il 2006, quando le autorità georgiane smantellarono un (pare fiorente) mercato organizzato in questi luoghi "terra di nessuno": ufficialmente in un'ottica di contrasto al contrabbando, ma a detta degli operatori, principalmente di etnia azera, per spingerli a spostarsi e tornare nella loro terra d'origine... (fonte)

Sull'Azerbaigian si sono concentrate le attenzioni in questi ultimi anni: una nazione che dal suo debutto (risalente al 2008) è riuscita ad ottenere straordinari risultati, inclusa la vittoria del 2011, tanto che ci sono stati pure sospetti su possibili brogli nelle procedure di votazione. Poi, lo scorso anno, lo scivolone: Dilara Kazimova riuscì sì ad arrivare in finale, ma lì si classificò solo ventiduesima (scavalcata dall'italiana Emma, che poté così vendicarsi di Raphael Gualazzi... finendo ventunesima). Per quest'anno, visto il fallimento della formula del talent show, İTV ha scelto di selezionare internamente Elnur Huseynov.

Elnur Huseynov è stato ammesso alla fase finale di Road to ESC 2015. Deve essere lui il vincitore? Siete voi a deciderlo!

az-c8a8234Potrete commentare la mia giacca quando lo dico io... (foto: eurovision.tv)

Elnur nasce nel 1987 a Ashgabat, capitale del "dirimpettaio" Turkmenistan. I suoi genitori, di etnia azera, si trovarono ben presto a che fare con un enfant prodige, e lo iscrissero quindi in una scuola di musica dove, seguendo le orme della madre musicista, si specializzò nello studio del piano. A fine anni '90 con la sua famiglia emigra a Baku, dove consegue un diploma in odontoiatria e, nel 2004, uno alla scuola superiore di musica "Asaf Zeynally". Nel 2008 è parte del debutto azero all'Eurovision Song Contest, insieme al collega Samir Javadzadeh: la loro esibizione li porta all'ottavo posto assoluto. Da allora la carriera di Elnur si è suddivisa tra i musical (ha recitato il ruolo di Febo in Notre-Dame de Paris) e l'orchestra filarmonica di stato, di cui tuttora fa parte. C'è stato spazio anche per una parentesi (da vincitore) in Turchia alla quarta edizione di The Voice, nel 2014: al suo esordio non solo fece girare tutte le sedie dei coach, ma questi ultimi gli chiesero ulteriori esibizioni prima di fargli scegliere definitivamente la sua squadra...

Il brano con cui Elnur si esibirà nel suo ritorno all'Eurovision Song Contest si intitola Hour of the Wolf: come sarà messo in scena è tuttora top secret, anche se lui dice di stare lavorando ad una presentazione particolarmente "ipnotica". La sua prima esibizione sarà nel corso della seconda semifinale, è undicesimo nell'ordine di uscita: davanti al televoto ci saranno altre sei esibizioni, ma non sono poi così tante da rischiare una perdita significativa di preferenze...

8 Il nostro giudizio: rispetto allo scorso anno sembra sia stata preferita una strada più semplice (e soprattutto, accessibile), anche se rimane qualche spazio per i virtuosismi vocali di Elnur. Non male: basta che al live non si finisca per strafare...

In Road to ESC 2015 l'Azerbaigian è in gara nel girone I, e si scontra con Repubblica Ceca, Malta e Repubblica di Macedonia: se vi piace, potete votarlo qui di seguito, oppure sceglietelo insieme ai partecipanti degli altri 9 gironi!

Marta Jandová & Václav Noid Bárta - Hope Never Dies (Repubblica Ceca) - 0%
Amber - Warrior (Malta) - 0%
Elnur Huseynov - Hour of the wolf (Azerbaijan) - 0%
Daniel Kajmakoski - Autumn Leaves (Repubblica di Macedonia) - 100%

Le alleanze del Contest: l'Azerbaigian tende a ricevere più punti da Russia (media 10,09 punti in 11 votazioni), Moldavia (8,10 punti, 10 votazioni) e Georgia (9,78 punti, 9 votazioni). Non ha mai ricevuto punti solo dall'Italia (4 volte), ne ha avuti meno da Armenia (0,27 punti, 11 votazioni) e Slovenia (1,90 punti, 10 votazioni). Tende a dare più punti a Grecia (5,83 punti, 12 votazioni), Russia (6,73 punti, 11 votazioni) e Romania (5,45 punti, 11 votazioni). Non ha mai dato punti a Islanda (11 volte), Francia e Spagna (7 volte ciascuno), Svizzera (6 volte) e Repubblica di Macedonia (2 volte).

Ultima modifica il Domenica, 17 Maggio 2015 20:26

Per la Svezia c'è Måns, avrà capito ora che fare da grande?

Sandö Bridge Sweden

"Sandö Bridge Sweden" by Keibr - Own work. Licensed under CC BY-SA 3.0 via Wikimedia Commons.

Il Sandöbron (ponte di Sandö), nella zona nord della Svezia. Nel 1939 un crollo avvenuto nelle fasi di costruzione causò 18 morti, ai quali però la stampa non diede troppo rilievo per via dell'imminente inizio della Seconda Guerra Mondiale. Aperto nel 1943 e rinnovato tra il 1997 e il 2003, il ponte si trova in una zona interessante dal punto di vista geologico: è da queste parti che è stato scoperto per la prima volta il fenomeno dell'isostasia, che per via della continua formazione e scioglimento dei ghiacciai e dei conseguenti movimenti tellurici provoca variazioni, anche notevoli, del livello del mare e delle terre emerse. (fonte)

La Svezia è una nazione in cui l'Eurovision Song Contest è particolarmente sentito, e foriero anche di ottimi risultati: gli ultimi in ordine di tempo sono la vittoria di Loreen nel 2012, e il terzo posto di Sanna Nielsen lo scorso anno. La formula di selezione continua ad essere il collaudato Melodifestivalen, festival itinerante che dopo sei settimane di gara ha proclamato un vincitore da record (in termini di punteggio ottenuto, il più alto mai realizzato): Måns Zelmerlöw.

se-mans zelmerloew 39"Tranquillo, l'illuminazione è giusta... non sei quello che ha luci ed ombre su di sé?" (foto: eurovision.tv)

Il suo nome completo è Måns Petter Albert Sehlén Zelmerlöw (la sua "sigla" ufficiale è MZW), ed è nato a Lund, vicino a Malmö, nel 1986. All'inizio della sua carriera ebbe molte difficoltà a farsi strada in un corso di musica particolarmente ricco di allievi talentuosi, tra i quali non riuscì ad emergere. Fu un suo amico a convincerlo a tentare le audizioni del talent show Idol nel 2005, dove si classifica quinto, e resistette a lungo prima di partecipare a Let's Dance (il nostro Ballando con le stelle), dove concluse vincitore. Al 2007 il primo tentativo al Melodifestivalen terminò con un terzo posto, dietro però ai "mostri" The Ark e Andreas Johnson, un secondo tentativo, datato 2009, fu molto apprezzato dalla giuria ma non altrettanto dal pubblico, che lo relegò al quarto posto. Nel contempo, anche grazie a Let's Dance, arrivano le scritture nei musical e un nuovo lavoro come conduttore TV. Con le varie esperienze dice di aver allargato il suo bacino di fan, che resta però particolarmente frammentato tra le sue diverse attitudini...

Måns all'Eurovision Song Contest presenterà il brano, già entrato anche nelle classifiche europee, intitolato Heroes: la spettacolare presentazione al Melodifestivalen è stata frutto di una collaborazione, e di ripetute prove, con compagnie di street dance e illustratori 3D. Dovrà anche lui superare la fase eliminatoria delle semifinali, il sorteggio gli ha riservato un tredicesimo posto nel corso della seconda serata di selezioni: se la presentazione sarà la stessa o addirittura migliorata, accedere alla finale non dovrebbe essere un'impresa...

Il nostro giudizio: spiace davvero che la casa discografica Warner abbia tentato di insabbiare la meravigliosa esibizione live al Melodifestivalen. Il giudizio è nel complesso buono, ma con quella presentazione il voto poteva essere decisamente più alto...

In Road to ESC 2015 la Svezia è in gara nel girone G, deve sfidare Francia, Montenegro e Cipro: se la sua canzone vi piace, votatela qui di seguito, oppure sceglietela insieme ai partecipanti degli altri 9 gironi!

Lisa Angell - N'oubliez pas (Francia) - 100%
Måns Zelmerlöw - Heroes (Svezia) - 0%
Knez - Adio (Montenegro) - 0%
John Karayiannis - One Thing I Should Have Done (Cipro) - 0%

Le alleanze del Contest: la Svezia tende a ricevere più punti da Danimarca (media 10,07 punti in 14 votazioni), Islanda (7,00 punti, 13 votazioni) ed Estonia (6,77 punti, 13 votazioni). Negli ultimi 10 anni ha ricevuto punti da tutti gli stati in gara, ne ha avuti meno da Grecia (1,40 punti, 10 votazioni) e Azerbaigian (1,50 punti, 8 votazioni). Tende a dare più punti a Danimarca (8,20 punti, 15 votazioni), Islanda (6,38 punti, 13 votazioni) e Norvegia (7,27 punti, 11 votazioni). Non ha mai dato punti a Slovenia (10 volte), Italia (4 volte), Repubblica Ceca (3 volte) e San Marino (2 volte).

Ultima modifica il Domenica, 10 Maggio 2015 12:47

In Norvegia le canzoni nascono da appuntamenti al buio...

Atlanterhavsveien

"Atlanterhavsveien" by Ernst Vikne - Atlanterhavsveien. Licensed under CC BY-SA 2.0 via Wikimedia Commons.

La Strada dell'Atlantico, che collega la penisola scandinava all'altezza di Molde con la città insulare di Kristiansund. Si sviluppa tramite un sistema di ponti per circa 8 km, ed è considerata la strada più pericolosa del mondo: in effetti le mareggiate e le raffiche di vento rendono difficile la guida, ma ciò non spaventa le case automobilistiche che spesso in questi luoghi girano i propri spot pubblicitari. In Norvegia la strada è considerata un patrimonio culturale, ed è stata inserita tra i percorsi turistici nazionali. Per passarci era previsto un pedaggio, abolito nel momento esatto in cui sono stati ripianati i costi di costruzione... (fonte)

La Norvegia c'è anche quest'anno all'Eurovision Song Contest: scelta obbligata, dopo i notevoli risultati delle ultime due edizioni (il quarto posto di Margaret Berger e l'ottavo di Carl Espen). Il meccanismo di selezione è stato affidato al tradizionale Melodi Grand Prix, che però ha subito pesanti modifiche nella sua struttura, eliminando le semifinali e reinserendo l'orchestra della NRK (la radio di stato norvegese) dopo 17 anni. Tra le undici canzoni in gara, il pubblico ha preferito quella presentata dal duo composto da Mørland & Debrah Scarlett.

Mørland & Debrah Scarlett sono stati ammessi alla fase finale di Road to ESC 2015. Devono essere loro i vincitori? Siete voi a deciderlo!

no-primary picturePerché pure con la messa in piega sembro devastata dal sonno? (foto: eurovision.tv)

Kjetil Mørland nasce nel 1980 a Grimstad, sulla costa meridionale norvegese. Trasferitosi in Inghilterra una volta cresciuto, entra nella band inglese degli Absent Elk e con loro realizza due singoli, che entrarono in rotazione nelle principali radio inglesi, e un album. La band conquista l'attenzione internazionale dopo aver postato una loro cover di Poker Face, di Lady Gaga, e una successiva cover delle Girls Aloud: queste ultime decisero di invitarli ad aprire le date del loro tour. È tornato di recente ad Oslo per iniziare una carriera solista: il suo primo album dovrebbe uscire entro quest'anno. Per quanto riguarda Debrah, o meglio Joanna Deborah Bussinger, lei nasce a Basilea, in Svizzera, nel 1993, e si trasferisce nel villaggio norvegese di Hakadal all'età di sei anni. Continuando dopo i dieci anni a fare la spola tra la natia Svizzera e la nuova patria Norvegia, nel 2013 partecipa all'edizione norvegese di The Voice, dove si classifica seconda.

A Vienna Mørland e Debrah eseguiranno il brano intitolato A Monster Like Me, scritto dallo stesso Kjetil Mørland: è stato lui a cercare Debrah, senza prima conoscerla, tramite un SMS e ad invitarla a partecipare al suo nuovo progetto musicale. Il duo si esibirà nel corso della seconda semifinale, trovandosi in sesta posizione nell'ordine di uscita sul palco: secondo la "cabala del televoto" non è proprio la migliore, visto che anche quest'anno le aspettive sono piuttosto alte...

7 Il nostro giudizio: tralasciando la palese scopiazzatura di idee nel video di presentazione, il brano si fa ascoltare. Anche qui non dubitiamo possa raggiungere alte posizioni in classifica: se va male c'è sempre il blocco nordico pronto a dare una mano...

In Road to ESC 2015 la Norvegia è in gara nel girone B, e si scontra con Austria, Paesi Bassi e Irlanda: se vi piace, potete votarla qui di seguito, oppure sceglietela insieme ai partecipanti degli altri 9 gironi!

The Makemakes - I Am Yours (Austria) - 0%
Trijntje Oosterhuis - Walk Along (Paesi Bassi) - 0%
Mørland & Debrah Scarlett - A Monster Like Me (Norvegia) - 100%
Molly Sterling - Playing With Numbers (Irlanda) - 0%

Le alleanze del Contest: la Norvegia tende a ricevere più punti da Finlandia (media 7,79 punti in 14 votazioni), Estonia (6,08 punti, 13 votazioni) e Islanda (7,58 punti, 12 votazioni). Negli ultimi 10 anni ha ricevuto punti da tutti gli stati in gara, ne ha avuti meno da Francia (1,00 punti, 13 votazioni), Portogallo (1,91 punti, 11 votazioni) e Austria (1,14 punti, 7 votazioni). Tende a dare più punti a Danimarca (7,62 punti, 13 votazioni), Finlandia (7,31 punti, 13 votazioni) e Svezia (9,17 punti, 12 votazioni). Non ha mai dato punti, tra gli altri, a Repubblica di Macedonia (10 volte), Cipro (7 volte) e San Marino (4 volte).

Ultima modifica il Domenica, 17 Maggio 2015 20:31
 

Gestione cookie

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

 

Ti piace The Asocial Network?

Allora votaci nella Top 100 di AlterVista: i buoni risultati ci spingeranno a migliorare ulteriormente!

Chi è online

Abbiamo 17 visitatori e nessun utente online